Livelle laser: modelli

La livella laser è un pratico strumenti di lavoro, è essenziale averla se siamo professionisti, ma al tempo stesso è ottimale anche se siamo alle prime armi. Ci consente una maggior velocità ed efficacia, con misurazioni molto più nette e precise rispetto ai modelli tradizionali. Inoltre sono anche più semplici da usare senza ombra di dubbio, e i vari modelli che troviamo in commercio possono essere alla portata di tutti. Spesso i tantissimi modelli diversi presentano anche delle fasce di prezzo sostanzialmente diverse, e ci permettono di effettuare delle misurazioni impeccabili. Alcuni hanno delle funzioni assai più complesse e di solito sono indirizzate prettamente ai professionisti, ma se volete approfondire meglio l’argomento vi consiglio di visitare il sito http://livellelaser.it/

Ovviamente si tratta di strumenti tecnici di base, e al tempo stesso universali visto che sono studiati e pensati per tantissimi tipi diversi di misurazioni. I quattro modelli di livella laser principale che possiamo trovare al momento in commercio sono quelli a linee, a punti, a croci o rotante. Questi quattro appellativi ovviamente derivano dal tipo di proiezione laser che viene effettuata dalla macchina, ma perché esistono questi modelli diversi?

I primi modelli da prendere in esame, ossia le livelle laser a linea, sono forse le prime che ci vengono in mente, e anche le più semplici. Proiettano delle linee orizzontali, verticali e oblique a seconda di ciò che scegliamo e impostiamo e ci consentono di avere dei punti di riferimento per posizionare dei pensili o per iniziare la costruzione di un controsoffitto o simile.

Poi ci sono i modelli a punti, queste livelle si differenziano perché delle proiezioni a punti come dice il nome, e sono un tipo di proiezioni ideali per trovare i punti perpendicolari. Quindi punti che ci indicano i corrispondenti da una parete ad un’altra o dal pavimento al soffitto. Vengono utilizzate queste livelle per svolgere dei lavori in interno, anche solo per montare dei quadri o appendere una lampada o altri lavoretti semplici, che risulteranno ancora più veloci e facili.

Il terzo tipo di livella è quella a croci, in questo caso già si tratta di uno strumento molto utilizzato in genere dai professionisti, adatto a lavori che esigono una estrema precisione e che sono decisamente molto più complessi. La proiezione a croce è perché il laser formerà una croce sulla parete dove si deve lavorare, e sarà ottimale per i punti perpendicolari.

L’ultimo modello è quello della livella laser rotante, ed è decisamente il più complesso. Viene usato di solito nell’edilizia e per esterni, sono strumenti che riescono a coprire distanze anche piuttosto importanti di diffusione del raggio.