Essiccatori per alimenti, quanto conta la marca

Anche se da pochi anni sul mercato dei prodotti ad uso domestico, ormai abbiamo preso dimestichezza con gli essiccatori per alimenti, ne abbiamo apprezzato le proprietà e i benefici nell’essiccare cibi  a lunga conservazione che si possono poi conservare sigillati nei vasetti e consumare nel tempo. Ora che li conosciamo meglio li sappiamo anche distinguere in mezzo ad altri prodotti sugli scaffali dei negozi di articoli casalinghi e abbiamo capito che costano poco e sono fatti perlopiù di plastica, per essere più leggeri e trasportabili. La plastica utilizzata per produrre gli essiccatori per alimenti è tassativamente BPA free. Sul mercato è possibile rinvenire anche essiccatori in acciai, decisamente più stabili e robusti. Cosa cambia fra i due? In primis, la longevità, sicuramente avrà vita più lunga un modello in acciaio, ma quello in plastica costa di meno. A voi la scelta.

Resta da vedere quando marca e qualità vanno a braccetto in un essiccatore per alimenti. Trattandosi di un apparecchio di nicchia, per quanto ultimamente si avvia a un consumo di massa, i modelli in commercio, che possono essere visionati in un’ampia gamma di scelta su www.essiccatoriperalimenti.it, sono associati a marche specializzate, fra le più note spiccano quelle targate Usa e quelle del nord-Europa. Che l’essiccatore sia nato nei Paesi nordici non deve stupirci, se si considera la sua funzione di essiccare alimenti a lunga conservazione, destinati a consumi in tutto l’arco dell’anno. Sarebbe impossibile, in quei Paesi, affidare questo compito al sole, che fa capolino raramente da quelle parti.

Anche in Italia, però, alcune case produttrici di elettrodomestici, come la Severin e la Beper, hanno fiutato le potenzialità di questo utile apparecchio e si sono avventurati nella sua produzione. Oltre alle marche citate eccelle nella produzione di buoni essiccatori per alimenti la Tauro Essiccatori che anche se non può competere con i colossi mondiali ha lanciato una linea di essiccatori di qualità sul mercato del Belpaese. L’attenzione che anche aziende produttrici tricolori stanno prestando a questo nuovo elettrodomestico fa capire quanto sia il suo potenziale, in un’era dominata dalla buona tavola e dalla predilezione per tutto quanto è naturale e ‘fai da te’ per un sano ritorno al passato anche in cucina.